MONTE ROSA
TREKKING
MONTE ROSA
TREKKING
Slider

Il trekking è il modo migliore per conoscere la media montagna durante la stagione estiva. Le Guide Escursionistiche Naturalistiche vi accompagneranno lungo magnifici itinerari tra le montagne della Valle d’Aosta. Proponiamo escursioni giornaliere o plurigiornaliere oppure di mezza giornata.

Trekking tutti i giorni: ti aspettiamo nel nostro ufficio dove potrai prenotare la tua gita. Le nostre guide naturalistiche qualificate non solo vi accompagneranno lungo i sentieri della Valle del Lys, vi racconteranno anche su flora e fauna circostanti, sulla cultura Walser e sulla geografia montana. Da solo o in gruppo, le gite (della durata di una o mezza giornata) sono adattabili ad ogni livello ed età.

Programma settimanale: Unisciti al gruppo! Resta sempre aggiornato e consulta la nostra programmazione estiva. Ogni martedì e sabato organizziamo escursioni guidate nella Valle di Gressoney, tra natura, cultura e sapori di montagna! Scorri l’elenco delle nostre proposte e pianifica con noi il tuo trekking.

Speciale famiglia: proposta unica per un’avventura in famiglia! Questo programma si svolge su due giorni: il primo giorno si raggiunge il rifugio prescelto, pranzo al sacco durante la mattinata. Cena e pernottamento in rifugio, serata tra storie e leggende. Secondo giorno breve passeggiata e successivo rientro a valle. Fantastica occasione per la prima esperienza in rifugio!

blocco 12

TUTTI I GIORNI

PREZZI E GRUPPI:

Giornata di trekking (durata 7 ore)

€ 180 per 1 o 2 persone
€  10 per ogni persona in più fino ad un max di 15 per gruppo

Mezza giornata di trekking (durata 4 ore)

€ 100 per 1 o 2 persone
€  5 per ogni persona in più fino ad un max di 15 per gruppo

20170716_123141

PROGRAMMA SETTIMANALE

PREZZI E GRUPPI:

Passeggiate a km 0 (durata 4-5 ore)
€ 15 a persona

Passeggiate del sabato (durata 7-8 ore)
€ 20 a persona

VISUALIZZA PROGRAMMA

Prenotazione obbligatoria entro la sera del giorno prima
Monterosa Experience 366 4000 5050

Tour Elicottero4

PER LA FAMIGLIA

PREZZI E GRUPPI:

2 giorni trekking

€ 240 per 1 o 2 persone
€ 60 per ogni persona in più fino ad un max di 15 per gruppo

* N.B. Sono inclusi il costo del pernottamento in rifugio e la cena

IL PREZZO INCLUDE:
– guida naturalistica/escursionistica con assistenza totale per uno dei servizi sopra elencati
– pernottamento in rifugio e cena per il programma di 2 giorni
– assaggio di prodotti tipici locali per le passeggiate a km 0 del programma fisso (martedì)

IL PREZZO NON INCLUDE:
– attrezzatura personale
– tutto quanto non specificato

REQUISITI:
Le escursioni sono aperte a tutti, dagli esperti ai principianti di qualsiasi età. I programmi e gli itinerari saranno proposti in base al livello di ogni partecipante. Per le escursioni generalmente il livello si basa sul “meno allenato” dei partecipanti. Per le passeggiate a km 0 del programma fisso (ogni martedì) richiedere info sulla difficoltà presso l’ufficio Monterosa Experience. 

PROGRAMMA PASSEGGIATE A KM 0

Ritrovo al parcheggio del Castel Savoia; si imbocca il sentiero n 2 nei pressi di Ronken, e si raggiunge l’alpeggio di Tschalvrinò a quota 1762 m dove sarà possibile incontrare il conduttore dell’azienda Squinobal che ci mostrerà la sua mandria e ci spiegherà la vita in alpeggio e la filiera del latte. Sarà possibile assaggiare i prodotti km 0 quali, ad esempio, toma, burro e latte. Al rientro è possibile effettuare un percorso ad anello lungo il Walserwaeg che attraversa magnifici boschi di pino cembro, essenza preziosa per i montanari ma ormai rara, dopodiché si può rientrare dal sentiero n 3 su Ronken.

Ritrovo: ore 10.00 parcheggio del Castel Savoia (GSJ)

L’escursione permetterà di imparare a leggere il paesaggio periglaciale e di ripercorrere gli studi dell’eminente studioso di Gressoney, Umberto Monterin. Giunti al primo gradino sull’Alpe Courtlys sarà possibile incontrare Alessandro, il conduttore dell’azienda Linty e acquistare i prodotti d’alta quota.

Ritrovo: ore 10.00 piazzale di Stafal (GLT)

La popolazione di origine germanica dei Walser si è insediata nelle valli a sud del massiccio del Monte Rosa a partire dal XIII secolo portando con sé lingua, tradizioni, architettura. Lungo il percorso sarà possibile osservare e fotografare le più antiche abitazioni walser; i primi stoadla o stadel di legno risalgono al XVI e XVII secolo e richiamano lo stile di quelli dei Grigioni. Partenza da Tschemenoal lungo il sentiero n 14 fino a Rong: qui le ragazze dell’azienda Beuchod illustreranno i coltivi e l’allevamento ovocaprino; un assaggio di toma e diverse varietà di miele prodotto a Gressoney. Si prosegue fino alla frazione Eckò, si scende sul ponte storico di Noversch, e si rientra formando un anello in destra orografica oppure lungo la stessa via.

Ritrovo: ore 10.00 piazzale di Tschemenoal (GSJ)

Itinerario circolare nel cuore del Méttéltéil, letteralmente ‘la terra di mezzo’, alla scoperta della cultura walser e dell’agricoltura di montagna attraverso villaggi pittoreschi e grandiosi panorami sul Monte Rosa. Ritrovo al parcheggio Tschemenoal. Salita in sinistra orografica una dolce salita tra villaggi walser ricchi di storie immersi in pascoli e boschi. Segue la visita ai villaggi di Castel, Tschòcké e Biela per poi proseguire salendo verso Alpenzu grande. Qui Federico dell’azienda Paysage à manger ci condurrà al campo coltivato illustrandoci le peculiarità dell’agricoltura di montagna e le tecniche di coltivazione in alta quota. Poco a monte potremo fare visita all’alpeggio di Stefano Linty dove sarà possibile assaggiare il formaggio d’alpeggio km 0. Si prevede poi di chiudere il percorso ad anello con il rientro su Tschemenoal.

Ritrovo: ore 10.00 piazzale di Tschemenoal (GSJ)

Partenza dal piazzale di Bieltschòcké (Weissmatten) e, attraversato il ponte sul Lys, si imbocca il sentiero in destra orografica (alta via n 1) fino a raggiungere i campi e gli orti dell’azienda Walser Garten a Woald. Qui il giovane Umberto ci illustrerà i prodotti e le specificità della sua azienda. Da qui si prosegue fino al ponte della Stella (Steina, Schméttòstäg) per poi passare in sinistra orografica, si raggiunge Loomatten, il villaggio di Trébeltschhus e Possäg, l’antica scuola di Trinò, per poi rientrare attraversando l’angolo segreto di Egärté e i prati a sfalcio e i campi di Mettié.

Ritrovo: ore 10.00 piazzale del Weissmatten (GSJ)

PROGRAMMA PASSEGGIATE DEL SABATO – LIVELLO INTERMEDIO

Ritrovo e partenza dalla frazione di Valdobbia, si imbocca il sentiero n 11 e si prosegue fino a raggiungere zone umide e torbiere d’alta quota ricche di vegetazione tipica di questi ambienti rari e protetti. Numerose anche le evidenze geomorfologiche uniche nel loro genere quali rocce montonate e laghetti di sovraescavazione glaciale. Lungo il sentiero si incontrano testimonianze di economia agropastorale e architettura spontanea di pregio.

GRESSONEY-SAINT-JEAN: Valdobbia (1370 m) – Alpe Skéärpie (2109 m)

Calma! Prima dell’assaggio previsto nei pressi dell’alpeggio di Loo superiore a m 1642 di quota ci aspetta una salita partendo dalla frazione Steina (m 1342). Superato il gradino glaciale, il vallone di Loo si sviluppa lungo un lungo falso piano alla base del quale scorre il torrente che dà origine alla spumeggiante cascata di Loo. Giunti a Obre Loo finalmente avremo la possibilità di godere, oltre che di un paesaggio incantevole, di una degustazione ‘ragionata’ di toma d’alpeggio e miele.

GRESSONEY-SAINT-JEAN: Lommatten (1308 m) – Alpe di Loo inferiore (1835 m)

L’itinerario permette di ripercorrere un sentiero ben noto a due personalità del passato affezionate a Gressoney – la prima Regina d’Italia, la Regina Margherita di Savoia e l’inquieto scrittore russo Lev Tolstoj – e di scoprire interessanti testimonianze. Inevitabile la sosta alla Casa Capriata progettata dall’architetto Mollino e salita tra pini cembri secolari lungo il belvedere sul Monte Rosa. Pausa al lago della Gombetta, salita alla Punta Regina e successiva discesa al Colle Ranzola e all’omonimo alpeggio dove si potrà degustare e acquistare una straordinaria fontina. Rientro attraverso il bosco. L’itinerario circolare è caratterizzato da scorci panoramici mozzafiato sulle vette del Monte Rosa e sulle valli del Lys e di Ayas ed è ricco di varietà botaniche interessanti.

GRESSONEY-SAINT-JEAN: (m 1350) – Colle Ranzola e Punta Regina (m 2388)

Il massiccio del Monte Rosa offre numerosi spunti in diversi ambiti di ricerca scientifica. La figura dell’eminente studioso gressonaro Umberto Monterin (1887 – 1940) ha creato le basi per lo sviluppo di ricerche sulla glaciologia, la climatologia storica, la fisiologia, la pedologia, la botanica, la geomorfologia e numerose altre discipline. L’Istituto Angelo Mosso, situato a 2900 m di quota, e le sorgenti del torrente Lys rappresentano alcuni dei fulcri attorno ai quali impostare escursioni con approfondimenti scientifici grazie anche ad interventi di specialisti.

GRESSONEY-LA-TRINITÉ: sorgenti del Lys (2410 m) / Corno del Camoscio (3024 m) lungo il sentiero geologico – pedologico

Itinerario circolare nel cuore del Méttéltéil alla scoperta della cultura walser attraverso villaggi pittoreschi e grandiosi panorami sul Monte Rosa tra Gressoney-Saint-Jean e Gressoney-La-Trinité. Ritrovo al parcheggio Tschemenoal. Salita con sosta ai larici monumentali e visita al villaggio di Alpenzu. L’escursione prosegue formando un anello su Alpenzu Piccolo e quindi raggiungere Gressoney-La-Trinité. Rientro sulla sinistra orografica del Lys percorrendo una dolce discesa tra villaggi walser ricchi di storie immersi in pascoli e boschi.

GRESSONEY SAINT JEAN: piazzale Tschemenoal

NOTE: In caso di maltempo, si garantisce il recupero delle escursioni non effettuate nell’arco della stessa settimana in modo da dare ai clienti delle strutture ricettive consorziate, la possibilità di poter usufruire della passeggiata.
Pranzo al sacco.

Gli itinerari qui descritti sono indicativi e potrebbero subire delle variazioni legate alle condizioni meteorologiche, alle condizioni di sicurezza del percorso ed alle esigenze e condizioni dei partecipanti.

SI RACCOMANDA ABBIGLIAMENTO ADEGUATO (scarpe o scarponcini da trekking, giacca wind stopper, pile, zaino, etc).